26 May 2015

Privacy 2.0 tra tecnologia e diritto

Recenti sviluppi delle Tecnologie dell’Informazione e delle Comunicazioni (ICT) applicate ad Internet hanno reso inadeguata la regolamentazione vigente per quanto riguarda la tutela della privacy.

Pur essendo il tema largamente dibattuto e oggetto di attività regolatoria, esso non sembra avere lo stesso livello di priorità (in particolare da parte dei nativi digitali) rispetto ad altre tematiche poste dalla rete, come il diritto all’accesso. Social Media, Motori di Ricerca e Servizi Cloud emergono fra i maggiori responsabili tecnologici del gap regolatorio in tema di privacy. Essi pongono il Diritto di fronte a nuove sfide dettate da nuove esigenze. Quella di garantire la tutela della privacy nel corretto equilibrio con i diritti di accesso all’informazione e di comunicazione volontaria d’informazioni proprie. Quella di adeguarsi alla natura globale della rete e all’ubiquità dell’informazione, superando i confini nazionali con una normativa multinazionale. Infine quella di predisporsi ai prevedibili ulteriori sviluppi tecnologici.

Leggi l'articolo